venerdì 11 gennaio 2013

Recensione: L'attimo perfetto

L'attimo perfetto
Tim Tharp
Titolo originale: The spectacular now
Pagine: 399
Casa editrice: Piemme Freeway
Prezzo: € 16,00

Trama
Sutter è il tipo che ognuno vorrebbe alla propria festa. Farà ballare tutti quanti. Farà tuffare tutti nella piscina dei vostri genitori. Okay, ovviamente non è quello che si dice un astro splendente nel firmamento accademico. Non ha piani per il college, e con ogni probabilità finirà in un negozio a piegare magliette da uomo per il resto dei suoi giorni. Ma in città ci sono un sacco di donne, e con l’aiuto di un buon whisky la vita può essere una vera favola. Almeno fino alla mattina in cui si sveglia, con i postumi di una sbronza, sul prato di una qualsiasi villetta e incontra Aimee. Per la prima volta, Sutter può fare la differenza nella vita di qualcun altro... o rovinarla per sempre.

Autore
Tim Tharp vive in Oklahoma dove, oltre a scrivere, insegna presso il Rose State College. Nella sua vita ha fatto di tutto: ha lavorato in fabbrica e nei cantieri edili, è stato assistente psichiatrico, commesso in un negozio di dischi e autostoppista di lunghe distanze. E' autore di diversi romanzi molto apprezzati ed è stato finalista al National Book Award nel 2008.

Recensione
Tim Tharp inizia il suo romanzo facendo un po' di confusione mettendosi a narrare le vicende del giovane Holden Caulfied (personaggio dell'omonimo capolavoro di Salinger) invece di raccontare quelle di Sutter Keely, protagonista de "L'attimo perfetto". Dopo qualche decina di pagine, rendendosi conto di quello che sta facendo, inizia davvero il suo libro.
Sutter è un adolescente all'ultimo anno di liceo, amante delle feste e del divertimento. Sutter vive oggi, non pensa al domani. Con una 7Up (corretta con un po' di whisky) in mano, Sutter è Sutterman, il mattatore delle feste, divertente, con un grande senso dell'umorismo. Passa i suoi weekend alle feste e un po' ubriaco se ne va a zonzo nella sua cittadina in Oklahoma. L'obiettivo del ragazzo è quello di salvare le persone, renderle più forti, più sicure di sé, ma forse il primo a dover essere salvato è proprio lui. Aimee ha trovato una mattina il giovane Sutter addormentato in mezzo al giardino di una villetta dopo una serata passata a spassarsela, decide di aiutarlo a trovare la sua macchina e Sutter, un po' per riconoscenza, un po' per adempiere alla sua vocazione, decide che Aimee sarà la prossima anima persa che dovrà salvare.

Da quando Tharp inizia a raccontare le vicende di Sutter, riuscendo a caratterizzare il personaggio e non dipingendolo come un gemello (venuto male) di Holden, la storia prende veramente vita. "L'attimo perfetto" è un romanzo per adolescenti il cui protagonista è un ragazzo molto più fragile di quanto in realtà voglia apparire. Con l'intento di salvare le persone, Sutter cerca una ragazza per il suo timido amico Ricky, ma soprattutto cerca di salvare Aimee, una ragazza introversa e immersa in un mondo tutto suo.

I personaggi di questo romanzo sono molto ben caratterizzati e l'ho trovato un libro davvero molto interessante. Tharp cerca di far emergere dalle righe l'evoluzione che subiscono i ragazzi di cui narra le vicende, mostrando come ognuno di loro maturi piano piano durante il corso della storia. Per i giovani è un momento importante, sta finendo l'ultimo anno di liceo e questo porterà una svolta nelle loro vite, ma non tutti riusciranno davvero a cambiare.
Con ironia e semplicità, Tharp riesce a coinvolgere il lettore portandolo ad un finale dolce-amaro. Un romanzo per passare qualche ora in tranquillità, riuscendo a lasciare però delle tracce nel lettore.
Consigliato a chi ha voglia di leggere un romanzo per giovani adulti ambientato nella realtà e nella quotidianità, per rilassarsi e riflettere un po'.

Voto: 3/5

Buone letture!

2 commenti:

Lucrezia ha detto...

l'ho letto e recensito tempo fa, una grandissima delusione.. è stata una lettura troppo immatura a mio avviso :)

Olivia ha detto...

L'inizio non mi è piaciuto molto, ma ho apprezzato molto la fine e l'evoluzione dei personaggi :)