lunedì 14 gennaio 2013

Recensione: Matched

Finalmente è arrivata la recensione di "Matched", primo romanzo di una trilogia distopica (ancora in corso di pubblicazione) che ha riscosso molto successo. Ho avuto occasione di leggerlo, visto che non l'avevo ancora fatto, grazie alla Read-Along organizzata dal blog di Juliette "Sweety Readers".

Matched - La scelta
Ally Condie
Titolo originale: Matched
Saga: Matched #1/3
Pagine: 349
Casa Editrice: Fazi
Prezzo: € 9,90

Trama
«Non andartene docile in quella buonanotte. Infuria, infuria contro il morire della luce».
Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare, in cosa credere.
E quando il volto di Xander appare sullo schermo dell’Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette, Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento del Sistema le mostrerà il volto di un’altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri: qualcuno che lei conosce, Ky Markham.
La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse: ma Cassia non può impedirsi di pensare a Ky, d’incontrare il volto del ragazzo in ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei a essersi sbagliata? Se fosse la Società ad aver commesso un errore?
Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato e un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere?


Autrice
Ally Condie ha insegnato inglese in un liceo dello Utah e dello stato di New York, prima di dedicarsi alla scrittura. Il suo primo romanzo, Matched – La scelta, è stato tradotto in 25 paesi e ha scalato in breve tempo le classifiche mondiali.

Recensione
Quando venne pubblicato, il libro non mi ispirava granché. Devo dire che l'avevo anche preso in mano ma poi rimesso  a posto. C'era quel nonsoché che non mi convinceva. Quando ho iniziato a frequentare i blog, ne ho sempre sentito parlare molto bene, così ho approfittato della versione economica per acquistarlo. La lettura mi ha affascinata, un libro che non si riesce a mettere giù.

"Matched" è il primo capitolo di una trilogia ambientata in una società distopica in cui la Società sceglie ogni cosa, perfino il compagno/la compagna con cui passare la vita, grazie ad uno sofisticato sistema che crea coppie geneticamente compatibili per dar vita a coppie perfette. E' così che inizia il romanzo, con Cassia, la nostra protagonista, che sta per andare al suo Banchetto di Abbinamento, dove scoprirà chi le è stato assegnato. Grande è la sorpresa quando scoprirà chi sarà il compagno che la Società ha scelto per lei: un ragazzo che lei conosce molto bene. Ma non sono tutte rose e fiori, a causa di un difetto, sul computer di casa Cassia vedrà comparire sul monitor il volto di un altro giovane. E' da questo momento che Cassia inizia a farsi delle domande e se tutto quello che vede non è come sembra?

La Società creata dalla Condie ha dei rimandi ad altri distopici. La struttura generale richiama molto quella creata dalla Lowry nel suo "The Giver", compresa la composizione del nucleo familiare, così come gli inceneritori dei libri rimandano all'opera di Bradbury, "Fahrenheit 451". Ad ogni modo, "Matched" riesce ad emozionare, grazie a temi profondi che vengono toccati, come la scelta (che non a caso è il sottotitolo in italiano). La scelta è quella che Cassia e gli altri personaggi del romanzo non hanno all'interno della loro società. Tutto è pianificato dettagliatamente, dall'altezza dell'erba del giardino, ai libri che devono essere conservati, dagli abiti, alla famiglia. Uno dei personaggi fondamentali, a mio avviso, è il Nonno. Una figura che saprà ispirare e spronare Cassia, come nessuno era riuscito a fare prima.

La Condie riesce a farci percepire il mondo in cui vive Cassia con descrizioni accurate ma non eccessive o pesanti, ma soprattutto riesce a descriverci le emozioni dei personaggi. In "Matched" troviamo il temuto/amato triangolo, che se non sviluppato a dovere riesce a rallentare o appesantire la storia. Cassia, Xander e Ky sono i protagonisti e, sebbene anche in questo caso la componente scatenante del triangolo è l'amore, l'autrice riesce a mostrarci e farci conoscere i personaggi con le loro qualità e i loro difetti, facendo sì che anche la storia d'amore non stoni con la storia.

"Matched" è un romanzo distopico che riesce ad attrarre il lettore fin dalle prime pagine, che iniziano a scorrere senza tregua. E' impossibile non rimanere incollati al libro fino alla fine. Uno dei migliori distopici young adult che ho letto.

Voto: 4/5

Il seguito di "Matched", "Crossed - La fuga", è stato pubblicato in Italia a novembre. La saga si conclude con "Reached".

6 commenti:

Lenah ha detto...

Sono contenta che ti sia piaciuto! ^_^

Mr Ink ha detto...

Concordo! Che bello :)

Alessia ha detto...

Bella recensione Olivia. :)
Anch'io voglio e devo leggere questo libro, ormai ho letto una marea di recensioni tutte super positive. Anch'io all'inizio, come te, non ero molto ispirata da questo romanzo, ma ora sono dentro al vortice e spero di avere presto Matched fra le mie mani *_*

Olivia ha detto...

Uno dei prossimi acquisti sarà certamente "Crossed" :)
Alessia, te lo consiglio vivamente e inoltre l'edizione economica è rigida. E' uguale all'edizione a prezzo pieno solo che quella ha la copertina bianca. Io trovo orrenda l'accoppiata nero-verde fluo, fortunatamente è così solo la sovracoperta, sotto è bianca-verde.

Patalice ha detto...

tutte le volte che vedo questo libro sugli scaffali della feltrinelli mi ispira...

Olivia ha detto...

La prossima volta lasciati tentare e acquistalo (soprattutto se è la versione a 9,90)! ;)