venerdì 11 novembre 2011

Recensione: Hyperversum

Buongiorno a tutti! Sono orgogliosa di postare sul blog la mia prima recensione, di cui avevo già fatto pubblicità nel post di presentazione per questa settimana.
Il libro in questione è Hyperversum di Cecilia Randall, pseudonimo dell'italiana Cecilia Randazzo. Ecco, qualche informazione generale prima della recensione.

Hyperversum

Hyperversum
Cecilia Randall
Pagine: 792
Casa Editrice: Giunti
Prezzo: 18.50 €*

*Il prezzo si riferisce all'edizione che ho io, quella rilegata. Il libro è pubblicato anche in altre edizioni più economiche. Su giuntistore potete dare un'occhiata.

Trama:

Daniel ha una passione bruciante per un videogioco online, Hyperversum, che trasporta la sua fantasia nella storia. Dentro la realtà virtuale ha imparato a essere un perfetto uomo del Medioevo e conosce tutte le astuzie per superare ogni livello di gioco.
Ian ha una laurea e un dottorato in storia medievale. Dalla morte dei genitori è diventato parte della famiglia di Daniel. Al rientro da un soggiorno di studi in Francia, Ian raggiunge la sua "famiglia acquisita" per una cena e, naturalmente, per tornare a giocare col suo amico Daniel al loro videogame preferito.
Davanti allo schermo non sono soli: ci sono il piccolo Martin, Jodie, la ragazza di Daniel, e, collegati da un altro computer, Carl e Donna.
Mentre vivono la loro avventura virtuale nel Medioevo, i ragazzi vengono sorpresi da una tempesta che li tramortisce: Daniel, Jodie, Ian e Martin si ritrovano in Fiandra, nel bel mezzo della guerra che vede contrapposti Francia e Inghilterra, Impero e Papato.
Si apre per loro una nuova vita. Nuove strade, un nuovo amore...

Dal risvolto di copertina:

«Start» ordinò Daniel.

Il buio scomparve dai visori per far apparire una sequenza animata: nello spazio buio il pianeta Terra girava pigramente come una sfera azzurra. In alto apparve un contatore alfanumerico che scorreva rapido, alternando numeri a lettere. La terra si fermò in un punto preciso. Il contatore si arrestò allo stesso tempo sulla scritta:

1214 d.C.

Di colpo la Terra cominciò a ingrandirsi dando ai quattro giocatori l'impressione di precipitare velocemente. Attraversarono le nubi dell'atmosfera e cominciarono a distinguere la geografia. Riconobbero l'Europa, poi la Francia, infine la regione della Fiandra, a nord del paese: un territorio diviso in epoca moderna tra la nazione francese e il Belgio.

Giocatori, vi trovate ora in Fiandra.

È il primo marzo 1214, si avvicina la fine della guerra tra Inghilterra e Francia.

Autrice:
Sono nata a Modena e cresciuta a "pane, libri e fumetti". Adoro i romanzi e il cinema d'avventura in tutte le accezioni possibili, dal fantasy al mystery e alla fantascienza. Allo stesso modo, amo i fumetti e i cartoni animati, l'Archeologia, la Storia e i giochi di ruolo. Non viaggio mai senza avere con me il necessario per disegnare e quando mi trovo in una città nuova (in qualsiasi parte del mondo), la prima cosa che cerco è la libreria più vicina.
Pur avendo da sempre la passione per il disegno e la grafica, ho frequentato il liceo linguistico e mi sono poi laureata in Lingue e Letterature Straniere, con una tesi sul Romanticismo tedesco e le sue influenze sulla cultura italiana dell'800. Poco dopo, grazie a un master in Comunicazione e Tecnologie dell'Informazione presso l'Università di Bologna, ho potuto intraprendere la strada professionale che non avevo osato iniziare prima e oggi lavoro felicemente come grafico, web designer e, a volte, come illustratrice.
Il mio esordio nel mondo dei libri avviene nel 2006, con il romanzo Hyperversum (Giunti), primo dell'omonima saga.
Nel 2007 ho partecipato all'antologia L'ombra del Duomo (Larcher), con il racconto I due leoni. Alla fine dello stesso anno è uscito il secondo romanzo Il Falco e il Leone (Giunti), mentre Hyperversum si è aggiudicato il Premio Letterario Nazionale Insula Romana (XXX edizione) per la sezione "Narrativa edita ragazzi".
Nel 2008 ho partecipato all'antologia Mutazioni (Perrone) con il racconto L'ultimo giorno.
La saga di Hyperversum continua invece a gennaio 2009, con il romanzo Il Cavaliere del Tempo (Giunti), mentre a maggio esce il racconto Angeli e uomini, pubblicato nell'antologia Sanctuary (Asengard).
A ottobre 2010 esce il nuovo romanzo fantasy Gens Arcana (Mondadori), ambientato nella Firenze di Lorenzo de' Medici.

Recensione:
Questo romanzo mi è stato regalato dalla mamma qualche anno fa e non l'avevo ancora letto, non mi ispirava più di tanto. Qualche settimana fa, frugando nella mie libreria, mi è capitato questo libro tra le mani e, non avendo ancora idea di quale libro iniziare, mi sono buttata su questo. E' stata un'ottima scelta.
Hyperversum è un romanzo fantasy-storico che della componente fantasy ha ben poco, possiamo considerarla un punto di partenza per la storia. I protagonisti vengono catapultati dal videogioco alla realtà del 1214, da qui inizia la loro avventura.
Ho trovato la storia molto avvincente, i personaggi ben descritti e caratterizzati, il tutto condito da un ottimo patto narrativo. Non ho trovato salti logici, situazioni poco probabili, ma sempre grande attenzione da parte della scrittrice per far sì che la storia fosse il più veritiera possibile. Lo stile è fluido, semplice (trattandosi di un libro destinato ai ragazzi, ma non solo). Possiamo considerarlo come una sorta di "Timeline" di Michael Crichton dedicato alla narrativa per ragazzi.
Ci si emoziona leggendo questo libro, si tifa per Ian quando deve affrontare il torneo, si incita Daniel a correre più veloce con il suo cavallo in mezzo alla foresta.
Per non svelarvi altro della trama, posso aggiungervi che se volete leggere un romanzo storico che vi terrà incollati alle pagine, Hyperversum è quello giusto, non ve ne pentirete.

Voto: 5/5

La saga di Hyprversum è composta da tre volumi:
  • Hyperversum (2006)
  • Hyperversum - Il Falco e il Leone (2007)
  • Hyperversum - Il Cavliere del Tempo (2009)
Hyperversum Il Falco e il Leone Il Cavaliere del Tempo

Link:

Spero che la mia prima recensione vi sia piaciuta!
A presto

1 commento: